Massaggio Thai

Il massaggio tradizionale thailandese nasce circa 2500 anni fa in estremo oriente per opera del dottore Shivaga Komarpaj, considerato uno dei padri della medicina thailandese, il quale raccolse il frutto dei suoi studi medici in una sorta di breve enciclopedia. Il massaggio  ha iniziato a diffondersi pienamente nel II secolo a.C., grazie all’opera dei monaci buddisti e dei seguaci di Shivaga Komarpaj.

PRESENTAZIONE DEL CORSO 20 FEBBRAIO h.21.00

Il massaggio thai coniuga abilmente i punti della digitopressione con un’intensa attività di stretching assistito che porta con sé i rudimenti dello yoga indiano. Il praticante è coinvolto attivamente e il suo corpo diventa lo strumento operativo. Il massaggiatore, utilizzando le sue braccia, gambe, ginocchia e piedi va a far riprodurre alcune posizioni yoga diventando tutt’uno con il ricevente: un’armonia di movimenti che genera un benessere totale e prolungato, uno scambio di energie che ritempra membra e spirito. In occidente, il massaggio tradizionale thailandese sta diventando sempre più popolare proprio per i notevoli benefici che produce come riduzione dello stress, ottimizzazione della circolazione sanguigna e linfatica, diminuzione delle rughe nelle varie parti del corpo, miglioramento del sonno, dell’umore e tanti altri benefici.
 
Nel massaggio thai l’operatore guiderà il ricevente nel ritmo della respirazione e, seguendone il movimento corporeo, gli insegnerà a rilassarsi, ad assecondare i suoi movimenti e a lasciarsi completamente andare. Nel corso verranno insegnate varie manovre di lavoro sullo sblocco dolce delle articolazioni, stretching muscolare, tecniche digitopressorie sui meridiani energetici, il tutto atto a riportare l’equilibrio bioenergetico nella persona trattata.
 

 

il corso si svolgerà dalle h. 10.30 alle 18.30 nei giorni:

sabato 7 marzo – 22 marzo – 4 aprile – 19 aprile
con attestato di partecipazione finale

docente Fabrizio Sarracino

info al 371 1165491

 

ATTIVITA’ RISERVATA AI SOCI DELL’ASSOCIAZIONE